L’attivita’ artistica di Vito Spada tende all’innovazione del linguaggio segnico comune, fino al momento in cui l’astrazione dello stesso, diventa la sua ragione pittorica. Ogni elemento presente nelle sue tele, possiede un ruolo ben preciso e gioca un ruolo simbolico fondamentale per la lettura dell’opera. Le sue opere sono quasi sempre polimateriche e questo contribuisce a far si che il suo messaggio possa essere ancora piu’ palpabile e concreto, anche per l’astante. Le strutture cromatiche non sono affatto disordinate, ma anzi ordinano il caos delle idee organizzandolo in livelli tonali, e fornendo all’astante opere pregne di un armonioso simbolismo pittorico.

Paolo Levi

Critico d’arte, giornalista, saggista, curatore d’arte