La sua sperimentazione astratta guarda indirettamente alla composizione degli artisti del Bauhaus. Egli tuttavia rinuncia in parte all’autopia costruttivista per approdare, tramite il colore, a una geometrizzazione di taglio lirico.

Paolo Levi